Le piastrelle economiche

Non è detto che per piastrellare il proprio bagno bisogna per forza spendere una grossa cifra ma esistono anche piastrelle economiche con una gradevolissima estetica ed una buona resa qualitativa. E' possibile trovare articoli con costi veramente accessibili: dai 9 ai 15 euro al metro quadrato. Ma quali sono le caratteristiche delle piastrelle economiche per il bagno?


Gres porcellanato
Sono articoli prodotti su scala industriale ma non per questo meno belli. Il materiale più utilizzato è il gres porcellanato che ha un'ottima resistenza alle alte temperatura; è molto regolare e molto versatile. La produzione risulta dunque molto veloce ed i costi, inevitabilmente sono più bassi. Non sempre dunque "piastrella economica" significa scarsa qualità. Al contrario è possibile trovare ottime occasioni acquistando in stock, in modo tale da risparmiare sul costo finale.

Le caratteristiche delle piastrelle economiche non differiscono poi più di tanto da quelle a costi più elevati se si tratta di gres porcellanato: la differenza sta nella lavorazione, colorazione o finitura. Il discorso è totalmente diverso se parliamo di pietre naturali o di maioliche lavorate interamente a mano. In questo caso è il ciclo produttivo a determinare un aumento dei costi.

Ceramiche monocottura
Si tratta di piastrelle a pasta rossa o bianca, cotte a più di mille gradi centigradi, che hanno costi non molto elevati: dai 6 euro ai 13 euro al metro quadrato che si rivelano ideali per gli interni. Hanno un elevato grado di resistenza alle abrasioni e alle sollecitazioni. Le qualità di queste piastrelle economiche è buona. C'è una vastissima scelta di colori e finiture per arredare il vostro bagno con gusto e senza spendere molto.